Patrimonio e Cultura

L’area Vestina possiede un forte senso della storia ed una caratteristica cultura locale. La comunità fu inizialmente fondata come rifugio per le frequenti invasioni e saccheggi durante il V e VI sec. Probabilmente, il villaggio è stato fondato dai residenti di Bertona in fuga dalla distruzione del V o VI secolo. Senza dubbio, in prossimità dell’Abbazia di Santa Maria Casanova, fondata nel 1191, si era stabilito il villaggio come supporto ai servizi del monastero.Villa Celiera deve il suo nome al ruolo al ruolo di rifornimento delle cantine monastiche Percorrendo la storia dell’intera zona, ci sono leggende folkloristiche che parlano di banditi, feudi, valli sperdute, streghe e serpenti giganti. Queste storie possono essere ascoltate in bar, feste locali e nella musica tradizionale.

Il borgo è rinomato per le sue attività gastronomiche e culturali. Sono presenti sul territorio sei ristoranti che propongono piatti del posto, ed inoltre, nel corso dell’anno, vengono organizzate numerose feste popolari.

La musica

Nel corso dei mesi estivi è possibile ascoltare il suono del “Du Botte”. Questo tipo di fisarmonica è il cuore della fortissima scena musicale tradizionale. La maggior parte delle canzoni e delle melodie non sono scritte e vengono tramandate da musicista a musicista. Queste canzoni sono cantate nel dialetto locale con l’accompagnamento di un tamburo e raccontano dei problemi di tutti i giorni, dello spirito del tempo che fù e dei trionfi.

Le Feste

Non c’è miglior modo di avere un’irripetibile esperienza culturale in quest’area se non quella di visitare o partecipare ad una delle numerose feste. Le feste sono organizzate in modi diversi ma sono tutte appassionanti celebrazioni del cibo, della religione, della musica e del patrimonio. Potete consultare una guida per scoprire quali sono i prossimi eventi in programma.

Bars, bowls & cards

A running commentary on most things that happen in the villages of the area can be found over a game of cards or bowls in the local bars. The most popular card game, Scopa, uses a Neapolitan deck of cards and is a ‘Bridge’ like game (see rules). During the summer months, accompanied by arrosticini and Montepulciano, reputations are forged  and lost on the custom built bowls courts at ‘La Stella’

 

Scopri di più la storia Italiana a Villa Celiera

Get in touch